Cinque donne del sud sbanca il Bianconi di Carbognano e raddoppia.

Nov 26 2019

Cinque donne del sud sbanca il Bianconi di Carbognano e raddoppia.

Grande successo al botteghino della commovente e brillante testo di Francesca Zanni con Beatrice Fazi grande protagonista.

Il competente ed affezionato pubblico del Teatro Bianconi di Carbognano non si è lasciato sfuggire uno dei pezzi unici di particolare bellezza e intensità del cartellone di quest’anno del dinamico teatro viterbese e i tagliandi sono andati letteralmente a ruba. Lo spettacolo è Cinque donne del Sud di Francesca Zanni che ne cura anche la regia e vedrà protagonista la bravissima Beatrice Fazi; l’appuntamento inizialmente previsto per Domenica 1 dicembre alle 16.30 è andato rapidamente in sold out e la Direzione artistica ha quindi programmato una seconda replica per la medesima domenica ma alle 19.00.

Non un monologo, ma uno spettacolo per una voce sola e cinque personaggi. Beatrice Fazi, con la versatilità che la contraddistingue, si immedesima in cinque donne, cinque caratteri, cinque generazioni femminili. Il testo di Francesca Zanni, con uno sguardo fortemente ironico su chi siamo stati e chi diventeremo, ci racconta di come è cambiata la nostra vita: la coppia, il rapporto tra madri e figli, l’emancipazione femminile. Ma anche di come, nonostante tutti i progressi fatti, quando si parla di sentimenti, siamo sempre alle prime armi.

Dal 1887 al 2018, queste cinque donne ci portano per mano attraverso i grandi cambiamenti epocali, le abitudini e le superstizioni, le leggende e il folclore, viaggiando dal Sud Italia al Nuovo Mondo, attraversando grandi rivoluzioni, delusioni e speranze, passando dalla vita contadina a quella iperconnessa, avanzando verso un futuro che cambia e che le cambia. La mamma meridionale, la ribelle femminista, la figlia dei fiori naif, la manager e l’adolescente nativa digitale: ognuna di queste donne ci fa conoscere un pezzo di storia, la sua personale ma anche quella del nostro Paese. Queste cinque donne non si capiscono, ma in fondo si assomigliano. E scopriranno infine che il luogo da cui scappare diventa quello in cui tornare, perché le nostre radici sono importanti, anche quando vogliamo dimenticarle.

Uno spettacolo per una voce sola e cinque donne a cavallo tra due secoli, che la poliedrica Beatrice Fazi porta in scena, sperimentando più intercalari e dialetti, dal salernitano all’americano, dal milanese allo slang 2.0, con usi e costumi diametralmente opposti. Commuovente, divertente ed esilarante riesce a catturare l’attenzione del pubblico, grazie anche al brillante testo di Francesca Zanni, che in tono semiserio, tra comicità e ironia fa riflettere sulla condizione della donna e dei rapporti interpersonali dall’epoca del patriarcato, alla rivoluzione sessuale, a quella digitale, e il tutto proprio nelle giornate dedicate alla parità e contro la violenza di genere.

Considerato il grande interesse del pubblico, anche i posti disponibili per il secondo spettacolo stanno rapidamente esaurendosi. Per informazioni e prenotazioni si può consultare il sito internet www.teatrobianconi.it, la pagina facebook del Teatro Bianconi o telefonare al 340 1045098 (24h).

La stagione del Teatro Bianconi è una produzione

Associazione Cultural – Teatrale GRUPPO Giad Teatro

Via Fontanavecchia, 12 – 01030 Carbognano

Tel.0761613695- Mob.340 1045098 (24h)

Contatto: Magagnini Giuseppe Tel. 0761 613808