Rinasce nella Tuscia un'oliva vecchia tremila anni, citata nella Bibbia

Nov 14 2019

Rinasce nella Tuscia un’oliva vecchia tremila anni, citata nella Bibbia

Un’antica oliva bianca di oltre 3000 anni citata nella bibbia oggi cresce nella Tuscia,  grazie ad un appassionato di culture antiche Alessio Grandicelli. E il ‘leucokasos’, ossia l’oliva bianca dell’isola di Kasos, l’oliva perduta nel tempo. Con riti specifici, questa particolare pianta che oggi cresce nelle campagne di Civita Castellana in provincia di Viterbo, veniva seminata presso i luoghi sacri in Grecia e in Magna Grecia. L’olio ricavato era chiamato ‘olio del crisma’ da cui ancora oggi prende il nome il rituale cristiano della cresima. Era un olio specifico per l’uso di lucerne perché non produce fumo. Dalla spremitura dell’oliva bianca, dunque, si otteneva un prodotto che, più che per uso alimentare dato che questa oliva albina è insapore, veniva sfruttato all’interno delle lucerne e come base per unguenti.