Rotary Club: cerimonia di premiazione per le tre vincitrici del concorso fotograffico "Philipp Bordignon"

Dic 11 2020

Rotary Club: cerimonia di premiazione per le tre vincitrici del concorso fotograffico “Philipp Bordignon”

VITERBO – Si è svolta ieri, nel pieno rispetto della normativa anti-covid, la cerimonia finale della seconda edizione del Premio fotografico Philipp Bordignon “Viterbo nei ricordi… agli occhi del mondo”, organizzata dal Rotary Club di Viterbo, con la collaborazione del Rotaract e dell’Interact di Viterbo. 

Nella sede sociale si sono ritrovate le tre vincitrici, accompagnate da un ristretto cerchio di familiari, Vittoria Caporali, Maria Lebedenko e Asia Grani, autrici degli scatti giudicati migliori da Marinetta Saglio, Sergio Galeotti e Antonello Ricci. I giurati hanno motivato le scelte dichiarando di aver avuto una visione unica, che ha privilegiato la buona tecnica nella messa a fuoco e nel taglio fotografico, ma anche il racconto di quanto ritratto, piena rappresentazione della città sia nelle tradizioni che nella bellezza dei monumenti e dell’ambiente. Alle tre ragazze è stato consegnato il buono spesa Foto Video Mecarini, che ha supportato il Rotary nelle borse di studio.

“Mi complimento con i partecipanti, che hanno inviato lavori di buon livello – ha precisato la presidente Simona Tartaglia – e lo faccio in modo particolare con le vincitrici che sono tre ragazze, sperando che questo sia un riconoscimento che le sproni a fare sempre meglio e a crescere nell’arte”.

“Un buon modo per ricordare Philipp – ha sottolineato il papà, Massimo Bordignon – che si è tanto dato da fare in questa città per il Rotaract e l’Interact. Alla sua scomparsa i soci hanno voluto ideare questo premio dedicato a lui, mentre un altro club ha pensato al suo secondo sogno, la musica. Due mondi che lo ricordano e lo rappresentano perfettamente. Grazie a Viterbo che ha voluto ricordarlo”.

Viterbo, 11 dicembre 2020

                                                     Rotary Club Viterbo – Distretto 2080

                                                                      L’ufficio stampa