Stefania Mancini e Marco Rappuoli

Dic 05 2019

Stefania Mancini e Marco Rappuoli

Benvenuti ad Enotria, l’intesa perfetta tra Food and Wine

Marco Rappuoli, proprietario di Enotria, ex Angoletto della Luce, mi parla entusiasta di come nasce il suo nuovo ristorante rinnovato sia nello stile – sofisticato equilibrio tra legno e pietra – sia nel nuovo nome. Luogo di tradizione e innovazione, i cui piatti sono affidati all’estro di sua madre Stefania Mancini, rinomata chef della Tuscia. “Mia madre, Stefania Mancini, continuò la tradizione di famiglia. La sua storia è una di quelle che incanta. Il suo percorso culinario inizia tra le grandi pentole di famiglia nel ristorante di mia nonna ” da Ada” dove capì che quella strada era da percorrere; da qui lo step successivo sono i vari corsi di formazione di alta cucina tra i quali L’Etoile di Venezia. Una passione innata per la tavola, affinata con anni di studio, preparazione e concentrazione. Molte le collaborazioni con i ristoranti della Tuscia, in uno di questi a soli trent’anni, le furono assegnate le sue due Forchette Michelin. Da quel momento la sua vita fu una continua ascesa. Mi rende fiero tutto questo. (continua dopo la foto)

Fu così che, nel 2009, nacque “L’ angoletto della Luce”. Non puoi immaginare l’orgoglio nei suoi occhi: aveva realizzato il suo sogno. Enotria è stato lo step successivo. Questo nome deriva dai coloni greci che intorno all’VIII secolo vennero a fondare nuove città d’Occidente. Scelsero di stabilirsi nella parte meridionale più estrema della nostra penisola, zona dove abitavano gli Enotri. Presto fatto: gli ellenici denominarono quest’area geografica Enotria, in riferimento al vino e al palo che sostiene la vite. Abbiamo scelto questo nome perché è possibile gustare dell’ottimo e selezionato vino qui da noi, merito delle migliori cantine italiane. Esso infatti, è uno dei nostri pilastri per accompagnare i piatti. Non posso non citare alcune tra le cantine con cui collaboriamo. L’Azienda Agricola “Le Marchesine” che produce Franciacorta, per esempio. A tal proposito, ci tengo a dire con gioia che essa mi ha nominato Ambasciatore Secolo Novo nel Mondo. Sono molto grato per questo. Considera che, nel 2016, siamo stati il ristorante nel Lazio che lo ha proposto con maggiore successo. Poi collaboriamo con “La Bollina”, una cantina del Piemonte. La prima azienda che ha creduto al progetto Enotria. Infine, non meno importante, la Cantina Umbra “Briziarelli”, ultima ad aver concesso ad Enotria due grandi esclusive su Viterbo e provincia, per quanto concerne il loro nuovo progetto Rosso Mattone. A tal proposito, cito il vino Montefalco Rosso Doc Rosso Mattone ed il grande Trebbiano Spoletino, ma ne abbiamo anche tanti altri.(continua dopo la foto)

Abbiamo deciso di affrontare queste sfide perché le proprietà organolettiche dei vini sopracitati si sposano in maniera perfetta con la nostra cucina, creando connubi profondi ed inebrianti. Un abbinamento Food/Wine non riuscito significa smorzare l’equilibrio dei piatti. Bisogna fare molta attenzione. Fa parte del nostro lavoro anche questa accortezza. Tutto questo è solo l’inizio, ma sono davvero entusiasta, siamo in cammino. La nostra crescita è stata lenta, ma efficace tanto che nel 2012 il locale è stato recensito per la prima volta da Guide come Michelin, Gambero Rosso, La Repubblica, L’Espresso La Pecora Nera e Orizzonti Italia. Stiamo migliorando, affinando il gusto e la cura alla clientela. In merito a questo, dovete venire a vedere la nostra meravigliosa terrazza: aperta sette giorni su sette. Un paradiso, per l’estate in arrivo.”

Enotria by Angoletto della Luce

Via Valle Piatta, 2/4, 01100 Viterbo VT

0761346804

enotriafood@gmail.com

www.angolettodellaluce.com