Alessio de Falco

Dic 30 2017

Alessio de Falco

“Allenamento, sudore, adrenalina, ma anche concentrazione,  sfida, equilibrio e soprattutto, cuore: ecco cosa e’ la Boxe per me”

Allenamento, sudore, adrenalina, ma anche concentrazione, determinazione, sfida, equilibrio, fatica e soprattutto, cuore. Questo è il pugilato. Ne abbiamo parlato con il responsabile della Palestra Invictus Gym di Vetralla, il maestro Alessio De Falco. Senza filtri racconta la sua storia, come nasce quest’amore incondizionato per questa disciplina, come lo ha reso un uomo migliore in grado di aiutare tutti i suoi ragazzi. Lui era un adolescente che con le mani in tasca non ci sapeva proprio stare. Quando poi cresci in un quartiere popolare di Civitavecchia, può capitare che diventi abitudine fare i conti a pugni. Questo può compromettere molte cose: picchiarsi in mezzo alla strada a volte, crea situazioni spiacevoli a livello giuridico e penale. Il pugilato è stato ed è per lui, un punto di riferimento, un esempio di comportamento da avere, un’attitudine per correggersi e modificare certi atteggiamenti. Continua a raccontare con la concentrazione di un atleta. (continua dopo la foto)

 Gli sportivi si allenano sempre, in ogni cosa che fanno. Mi spiega che dopo varie scazzottate, così le dobbiamo chiamare, lo invitarono a venire in palestra e provare. Quel momento di incontro con la boxe ha cambiato in meglio la sua vita. Un ribelle in guantoni che attraverso essi ha trovato se stesso. Trent’anni di amore puro e vero. L’Invictus Gym è la sua palestra. Si possono fare vari corsi: Pugilato, Prepugilistica, Crossfit, Boxe Exercises, Aeroboxe. Mi racconta che, in questo progetto, ha messo tutto se stesso. Tutta la sua esperienza nel mondo dello sport e dell’agonismo. Crescere in maniera degna e sana significa fare sport. Il pugilato insegna i valori fondamentali come il rispetto di sé, del corpo, saper gestire le proprie energie, ma anche saper mangiare in modo corretto e consapevole. (Continua dopo la foto)

Questa disciplina insegna ad avere cura della mente. Un buon atleta ha una testa attenta, concentrata, vigile. Poi, c’è la preparazione atletica dedicata al corpo. Si lavora ai macchinari, ci si focalizza sui movimenti. Un equilibrio di parti. Cuore. Mente. Corpo. Dopo gli allenamenti, De Falco torna a raccontare. Ha grande amicizia nei confronti di Andrea Di Luisa e si sente da come ne parla. “Ho deciso di essere il suo maestro perché nutro una grossa stima nei riguardi del padre di Andrea, Michele. Un grande atleta anche lui. Avere avuto la possibilità di incontrarlo, mi ha reso orgoglioso. Ho avuto modo di imparare molte cose. Credo che, nella sua categoria, sia uno dei migliori pugili. È stato campione europeo, più volte campione italiano, campione intercontinentale, è stato un pugile di livello, incontrando avversari importanti, si è impegnato molto. Insieme ad Andrea, stiamo lavorando sia sul fronte offensivo, sia difensivo. È una bella esperienza. Lo seguo con orgoglio e massima professionalità perché oltre come amico, lo stimo come atleta e come persona.”

Alessio è stato vicino a tanti altri grandi campioni. Ricordiamo Emiliano Marsili, campione del mondo in carica e imbattuto, Orial kolaj, campione europeo, Gianluca Branco, più volte campione d’Europa, ma anche Mirko Larghetti, campione intercontinentale.

V.D